Comunicato stampa: incontro del Fondo Espero al MIUR con la Ministra Fedeli per rilanciare la previdenza complementare tra i lavoratori della Scuola

Si è tenuto il 6 aprile u.s., presso la sala della Comunicazione del MIUR, l’ultimo
incontro di quattro corsi di formazione organizzati dal Fondo Espero, in collaborazione con
il Ministero e le OO.SS. della Scuola, per i referenti sindacali sul territorio.
Alla tavola rotonda che ha preceduto il corso hanno partecipato la Ministra Valeria
Fedeli, Francesco Sinopoli (FLC CGIL), Elio Formosa (CISL SCUOLA), Pino Turi
(UIL SCUOLA), Achille Massenti (SNALS CONFSAL), Rino Di Meglio (GILDA
UNAMS) e Giorgio Rembado (CIDA ANP). Ha coordinato e concluso i lavori il prof.
Roberto Natoli, Presidente del Fondo Espero.
La Ministra Fedeli ha manifestato grande apprezzamento per la campagna di
comunicazione avviata nei mesi scorsi dal Fondo per informare il personale scolastico dei
vantaggi conseguenti all’iscrizione. La Ministra ha anche sottolineato la necessità di
spingere la previdenza complementare del mondo della Scuola oltre gli attuali confini e ha
concluso il proprio intervento manifestando l’intendimento del Ministero di aiutare i
lavoratori della Scuola a effettuare scelte consapevoli per il proprio futuro previdenziale,
reputando ciò doveroso soprattutto per le generazioni più giovani e più bisognose di tutele
pensionistiche complementari.
Anche i segretari delle OO.SS., dopo aver apprezzato l’iniziativa assunta dal CdA
del Fondo, hanno ribadito all’unisono la necessità di rilanciare la previdenza
complementare, informando e diffondendo la cultura previdenziale per far sì che, già al
momento della stipula del contratto di lavoro, i dipendenti della scuola possano compiere
scelte consapevoli sul proprio futuro. I segretari hanno pure osservato che il Fondo, da
sempre gestito con efficienza, ha assicurato negli anni rendimenti assai vantaggiosi ai suoi
aderenti, rivelandosi un’ottima decisione di investimento previdenziale.
Il prof. Natoli, Presidente di Fondo Espero, ha concluso i lavori apprezzando la
disponibilità di tutte le parti costitutive del Fondo di mettersi al servizio del Fondo per
informare il lavoratori della Scuola delle opportunità e dei vantaggi loro offerti
dall’adesione al Fondo. Ha ribadito l’importanza dell’iniziative avviate negli ultimi mesi e
rivolte ai rappresentanti sindacali che operano sul territorio, sottolineando che i sindacati
sono un punto di riferimento imprescindibile per i lavoratori della Scuola. Per tale motivo,
Fondo Espero ha deciso di organizzare degli incontri per formare i formatori, allo scopo di
diffondere una cultura previdenza complementare sulla base di informazioni veritiere e
oneste.